Carte da gioco
Carte da gioco è una web experience nata testo poetico di Carmina Esposito, strutturato come un montaggio non lineare, l'utente è chiamato come parte attiva ad esplorare questo mondo metafisico dove il giocatora/trice consuma una partita con due suoi doppi l'io mente (mind) e l'io cuore (heart).

Tre è un numero che ritorna spesso su vari piani e con diversi significati in questo lavoro:

  • Tre sono le carte bianche, vuote, nulle
    ---------------------------------------------------------
  • Tre sono le lingue inglese / italiano / francese
    ---------------------------------------------------------
  • Tre sono le personalità che non trovando dialogo
    seguono un percorso autonomo nella pluralità

Mind e Heart diventano persone "reali" con tutti i loro pregi e le loro contraddizioni ma nel confronto non si vince e non perde, le carte bianche sono il simbolo dell'enigma irrisolto. Un gioco, quindi, al quale sarebbe meglio non giocare perchè mind e heart sono carte diverse di mazzi diversi e non andrebbero mescolati in quanto la loro logica non può trovare nè incontro nè scontro. E' un dentro / fuori senza soluzione di continuità, dove la domanda non trova riposta se non la domanda stessa.

Tutto il percorso è navigabile con la tecnica nota come "click and drag out", quindi cliccando con il muose e trascinando fuori come a voler suggerire movimenti e/o accostamenti tra le carte, sarà possibile avanzare passo dopo passo nella storia breve ma intensa di Carte da gioco.

La trascrizione multimediale è ispirata, nel ruolo di protagonista, a Jennifer Harman, considerata tra le donne più forti al mondo nel gioco del Poker prendendo parte ad alcune delle partite live con le più alte poste in palio mai viste al mondo.

Playing cards
Playing cards is a web experience born from a poetic text by Carmina Esposito is structured as a non-linear editing, the user has to be the active part for the exploration of this metaphysic world where the player plays a match with his/her own double the mind and the heart.

Three is a number that often recurs on many levels and with different meanings in this work:

  • Three are the white, blank, void cards
    ---------------------------------------------------------
  • Three are the languages English / Italian / French
    ---------------------------------------------------------
  • Three are the personalities not finding dialogue
    following an autonomous path in the plurality

Mind and Heart become “real” persons with all their qualities and contradictions but in the comparison there’s no win or loss, the white cards are symbol of the unsolved enigma. A game, then, to which would be better not to play with because Mind and Heart are different cards of different decks and should not be shuffled as their logic can’t find meeting or collision. It’s a in/out without a continuous solution, where the question can’t find answer but for the question itself.

All the path is navigable with the technique known as “click and drag out”, then by clicking with the mouse and dragging out as suggesting movements and/or combination between cards, it will be possible to move forward step by step in the short but intense story of the Playing Cards.

The multimedia transcription is inspired, in the lead role, to Jennifer Harman, considered one of the best women poker players taking part at some live match with the largest jackpot ever seen in the world.

Max Coppeta


Copyright © 2012 max coppeta. I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale. / The rights of the images and text are reserved. It is expressly forbidden their reproduction by any means, and the total or partial adaptation.